Questo sito usa i cookies come strumento per aiutarci a capire come viene utilizzato dagli utenti. Se desideri saperne di più clicca sulla Privacy Policy oppure clicca su OK per chiudere il banner.

Segnala un danno da contratto

firmaSegnala un caso riguardante bollette telefoniche, banche, assicurazioni, trasporti, energia, pacchetti tv, etc

Segnala un danno da prodotto

meccanicoSegnala un caso di difettosità riguardante autoveicoli, elettrodomestici, computers, cellulari, farmaci,etc

Segnala un danno Anti-trust

pubblicitaSegnala un caso di pubblicità ingannevole, marketing aggressivo, prezzi eccessivi e comportamenti anticoncorrenziali.

Autostrade: l'Antitrust dà impulso alla class-action (02 settembre 2011)

“Bene la sanzione dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, ma ora si pensi a risarcire in tempi ragionevoli, i consumatori rimasti bloccati per ore sulle tratte A11 Firenze - Pisa e sulla A1 tra Firenze e Arezzo”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), esprimendo apprezzamento per la multa di 350 mila euro comminata dall’Antitrust ad “Autostrade per l’Italia”, per i disagi legati al maltempo tra il 17 e il 18 dicembre 2010.

“Dallo scorso dicembre stiamo raccogliendo (con le altre Associazioni Codici, Acu e Movimento Difesa del Cittadino) le adesioni per una class action risarcitoria per le migliaia di viaggiatori vittime del maltempo e rimaste bloccate per ore, senza informazioni su quel tratto di autostrada”, afferma l’avvocato Dona che prosegue: "la decisione del Garante riconosce che Autostrade non ha fatto fino in fondo il suo dovere”.

“Augurandoci che in simili situazioni di emergenza non si ripetano questi episodi di inammissibile disorganizzazione ed inerzia -conclude Dona- siamo d’accordo con la necessità rilevata dal Presidente Antonio Catricalà di rivedere la ‘Carta dei Servizi’. E’ anche nostra convinzione, infatti, che il servizio reso da ‘Autostrade per l’Italia’ non possa essere vincolato da soli criteri di efficienza regolati dallo Stato, ma è fondamentale che risponda a parametri di qualità e funzionalità riconosciuti dagli stessi consumatori, che, se non rispettati, facciano scattare misure di compensazione economica.”.

Copyright © 2008 ClassAction.it - Contatti